• LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram - Black Circle

Prof. Giusto Pignata

  • Giusto Pignata

Il dilemma del diverticolo

"... La medicina è la scienza dell’incertezza e l’arte della probabilità...."


Inizio il blog di questa settimana con questa frase trovata in giro sul web... perchè si ricollega perfettamente al titolo, il dilemma del diverticolo (del colon)...un dilemma che attanaglia i chirurghi ed argomento di scontro vivacissimo con i gastroenterologi dalla notte dei tempi.

Ma partiamo dall'inizio...

Cosa sono i diverticoli del colon? I diverticoli del colon sono delle piccole estroflessioni della mucosa intestinale attraverso la parete colica, per intenderci avete presente le fastidiose bolle che si fanno sui vostri pneumatici? ecco sono qualcosa di molto simile, e come quelle piccole bolle degli pneumatici possono dare problemi, talvolta anche seri. In genere sono asintomatici, qualche volta invece possono infiammarsi provocando dolori di pancia ed alterazioni dell'alvo, altre volte possono sanguinare e nelle peggiori delle ipotesi possono infettarsi formando ascessi o rompersi e provocare una peritonite.

Ed è qui che inizia il tenzone tra il gastroenterologo ed il chirurgo, non è una vera contesa al centro di tutte le discussioni c'è sempre e solamente il bene del paziente...ma l'immagine rende bene...

Certo vi state chiedendo ma qual è l'argomento della contesa?

L'argomento della contesa è quando e perché operare...

In letteratura esistono diverse raccomandazioni e linee guida riguardo questo argomento, purtroppo talvolta contrastanti tra loro. Il sunto delle raccomandazioni sta nel fatto che una malattia diverticolare asintomatica non va trattata in modo chirurgico, e su questo non ci piove e sia i chirurghi che i gastroenterologi sono pienamente d'accordo. Il problema sorge quando la malattia diverticolare inizia a diventare sintomatica, in genere si è giunti alla conclusione che dopo il terzo attacco di diverticolite c'è l'indicazione all'intervento, ma se il paziente è molto giovane? aspettiamo comunque che gli venga il terzo attacco o soprassediamo ed interveniamo chirurgicamente al primo? Ci sono troppe poche evidenze per rispondere a questa domanda.

E dalla malattia diverticolare possono conseguire delle complicanze?

Certo che si...ed è proprio in questo campo che il medico da più spazio al chirurgo...arrivati a questo punto l'ago della bilancia tende in genere sempre a favore dell'intervento... vi state chiedendo "e allora perchè non li operiamo tutti quelli che hanno i diverticoli!?! una volta prevenire non era meglio che curare?!?!"...qui vi fermo prima di andare avanti con i voli pindarici...certo prevenire è meglio che curare ma va sempre considerato un fattore e cioè il famoso rapporto tra RISCHI E BENEFICI, non posso usare un cannone per


ammazzare un ragno per quanto esso possa essere potenzialmente velenoso...l'intervento chirurgico per quanto risolutivo esso sia è sempre un intervento chirurgico...e quindi espone il paziente a dei rischi che sono troppo elevati per poter decidere di operare indistintamente tutti anche se asintomatici solo per "prevenire"...ed è proprio su questo punto che l'allegorica tenzone tra gastroenterologo e chirurgo finisce in una stretta di mano.

Ritornando a termini più scientifici...la malattia diverticolare è una malattia abbastanza frequente legata in particolare ad abitudini alimentari errate (dieta povera di fibre e di acqua) spesso presente in pazienti stiptici, la sua sintomatologia come detto prima è quanto mai varia:

- Asintomatica

- Sanguinamento rettale

- Stenosi (chiusura) dell'intestino con successiva occlusione

- Infezione e formazione di ascessi

- Perforazione

E come in tutte le patologie in medicina l'automedicazione e le scelte personali o frutto di ricerche "informative" su google non sono l'opzione migliore, la malattia diverticolare è un ottimo esempio di come in medicina una stessa patologia abbia diverse anzi troppe sfaccettature tanto da necessitare di più specialisti per ottenere una diagnosi corretta ed una terapia adeguata!


Grazie


P.S. Se sussiste l'indicazione chirurgica anche in questo caso è possibile intervenire in modo MININVASIVO (laparoscopico)...

141 visualizzazioni