• LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram - Black Circle

Prof. Giusto Pignata

Cosa è la Colecistite

La colecistite è un'infiammazione della colecisti causata dalla presenza di un calcolo incuneato nell'infundibolo della colecisti. Il calcolo ostruendo il deflusso della bile oltre a dare colica biliare, infiamma la colecisti.La colecistite può essere acuta o cronica.La causa più frequente che blocca lo scorrimento della bile è la calcolosi biliare, ma anche la discinesia biliare può causare la colecistite.Alla diagnosi si arriva con l'ecografia dell'addome ed esami del sangue. Gli esami ematochimici possono essere alterati con i globuli bianchi e il fibrinogeno che si alzano e può comparire febbre. All'ecografia addominale la colecisti appare ispessita rispetto al normale e all'esame obiettivo appare spesso il segno di Murphy (brusca interruzione di una inspirazione profonda a seguito di pressione bidigitale sul punto colecistico). Può comparire il Segno di Blumberg in caso di irritazione peritoneale.

Sintomi

  • Febbre

  • Dolore in ipocondrio destro

  • Dolore alla spalla destra

  • Talvolta ittero

Chirurgia

La colecistectomia consiste nella asportazione della cistifellea. Fino agli anni 80 questa procedura chirurgica era performabile unicamente per via tradizionale (aperta) ma dagli anni 90 grazie all'introduzione delle tecniche mininvasive questa procedura chirurgica si può eseguire in via laparoscopica, attualmente considerato lo standard chirurgico.

Anziché attraverso un taglio lungo, si accede all'addome tramite quattro piccole incisioni di lunghezza variabile tra 5 e 12 mm. Tale tecnica ha permesso l'abbreviazione della degenza ospedaliera (massimo due/tre giorni se non intervengono complicazioni) tramite l'accelerazione del recupero del paziente. La colecistectomia per via video-laparoscopica prevede comunque le stesse procedure della colecistectomia tradizionale, anche se eseguite attraverso una diversa via di accesso.

Lo standard è oggi rappresentato dalla tecnica video-laparoscopica, ma la colecistectomia tradizionale (a cielo aperto) mantiene ancora indicazioni particolari, per esempio in caso di grave peritonite o di estesa neoplasia della colecisti. Qualora insorgano difficoltà tecniche o condizioni di scarsa sicurezza per il paziente, si può passare dall'intervento laparoscopico a quello tradizionale mediante conversione.