• LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram - Black Circle

Prof. Giusto Pignata

Cosa è il Reflusso gastro esofageo?

La malattia da reflusso gastroesofageo è causata dal reflusso nell'esofago del contenuto dello stomaco e dei gas prodotti a livello intestinale che generano un reflusso duodeno-gastroesofageo. L'acido cloridrico e la bile che vengono a contatto in questo modo con la mucosa dell'esofago ne provocano l'infiammazione (esofagite) con possibile insorgenza di sintomi caratteristici, come la pirosi, l’esposizione inoltre ad un insulto infiammatorio frequente è un fattore di rischio per lo sviluppo di patologie pre-neoplastiche e neoplastiche. Col tempo l'infiammazione può evolvere in danni al tessuto dell'esofago, sotto forma di erosioni e piccole ulcere. Altre cause del reflusso sono una diminuzione del tono del cardias, cioè la valvola che separa l'esofago dallo stomaco; infine sono predisponenti tutte quelle condizioni che determinano un aumento della pressione gastrica, come l'obesità e la gravidanza.

Trattamento

La terapia del reflusso gastro esofageo prevede dapprima un approccio medico, talvolta però questo non è sufficiente al trattamento della patologia o per lo meno al controllo della sintomatologia, pertanto in tutti i casi di insuccesso della terapia medica o nei casi in cui alla sospensione della terapia segua una rapidissima ripresa di malattia è necessario intervenire chirurgicamente.

I cardini della terapia del reflusso gastro esofageo sono quindi:

  • Cambiamento dello stile di vite

  • PPI (Inibitori di pompa protonica)

  • Chirurgia

Indicazioni alla chirurgia

E' indicato il trattamento chirurgico in tutti quei pazienti in cui il cambiamento di stile di vita, o la terapia medica non contribuiscono ad un miglioramento dei sintomi, in tutti quei pazienti in cui la alla sospensione del trattamento medico c'è immediata ripresa della sintomatologia e nei pazienti affetti da esofagite con esofago di Barrett. In tutti questi pazienti può essere indicato il trattamento chirurgico od in alcuni casi il trattamento endoscopico.

Chirurgia

 La chirurgia laparoscopica anti reflusso si pone come obiettivo quello di riportare lo stomaco in posizione anatomica e ricreando chirurgicamente i sistemi fisiologici antireflusso. La chirurgia laparoscopica comporta notevoli vantaggi rispetto alla chirurgia tradizionale tra cui un minor dolore postoperatorio, una più rapida ripresa post operatoria, un minor rischio di laparocele post operatorio ed anche un risultato estetico migliore. 

Nissen    Toupet     Combined      Dor
(360°)       (270°)                           (180°)